YLYNE ci racconta “Line up”

YLYNE ci racconta “Line up”

Line Up“, il nuovo singolo del progetto YLYNE, un nuovo capitolo per la creatura elettronica dell’estroso musicista Frank Martino. Noi lo abbiamo intervistato! 

Ciao Ylyne, benvenuto! Il 15 giugno pubblichi il tuo nuovo singolo “Line up”: ti va di raccontarci come nasce?

Ciao e grazie! Il brano è partito mentre stavo rielaborando dei campionamenti di percussioni africane, che ho successivamente inserito all’interno di un loop minimal.

Ovviamente il risultato finale non ha nulla a che vedere con la musica africana, anche se ne mantiene il colore qua e là.

Chi si nasconde dietro il moniker di Ylyne? E cosa fa quando non scrive di musica?

Quando non scrivo musica per YLYNE è molto probabile che mi stia comunque occupando di musica, essendo chitarrista, producer, insegnante.

Di recente ho anche aperto la mia etichetta, Record Y, e passo tanto tempo a seguire le produzioni che usciranno nei prossimi mesi oltre che a stare dietro alla burocrazia.

Nel poco tempo che rimane a disposizione cerco di stare con la mia famiglia, leggere e…dormire.

Il singolo è una commistione di generi e suoni campionati: come nasce solitamente un singolo di Ylyne?

Solitamente nasce da un’improvvisazione con synth, sequencer e campionamenti: sono un musicista proveniente da una formazione jazzistica, quindi molto legato all’imprevisto e ciò che può venire fuori dall’estemporaneità.

Essendo YLYNE un progetto in solo, non ho la possibilità di interagire con altri musicisti durante le sessioni, quindi, per simulare questo parametro, utilizzo synth analogici (che non sono precisi come i computer, eh eh) e altri elementi randomici che possano rendere unica ogni take.

A proposito della tua musica invece, c’è qualcuno a cui ti ispiri da un punto di vista musicale?

Non esattamente qualcuno di specifico, o forse sono troppi: mi sento tendenzialmente più vicino alla musica di derivazione afroamericana, con una forte pulsazione ritmica.

Qui su Nowerise ci occupiamo anche di cinema e letteratura. Lasciaci con un libro e un film che consiglieresti in questo momento a chi ci legge!

Per quanto riguarda la lettura, mi piace leggere principalmente saggi e (auto)biografie.

Ultimamente ho letto “Oltre ogni Limite”, autobiografia di Moby che, al di là della sua storia incredibile e che disconoscevo, fa riflettere molto sulla discrepanza che spesso esiste tra la vita realmente vissuta da queste celebrità e la percezione che invece si ha dall’esterno.

Per quanto riguarda i film, nel poco tempo a disposizione, guardo soprattutto serie e documentari.

Però sono anche un fan della stand-up comedy e dunque, per gli appassionati del genere, consiglio l’ultimo spettacolo di Ricky Gervais, “SuperNature”.

By |2022-07-07T17:14:29+02:00Luglio 2022|interviste, musica|