“Le notti insieme” sono altalene spinte dai Brugano

“Le notti insieme” sono altalene spinte dai Brugano

I Brugano ritornano a farci respirare dell’aria e della musica che sa ancora di salsedine con “Le notti insieme”, singolo uscito il 18 dicembre per Luppolo Dischi e distribuito da Artist first.

Perché il duo ha attirato la nostra attenzione? Beh, sicuramente per la loro capacità di trasmettere, attraverso loro lavoro, quella punta di sincerità che non è sempre attribuibile a tutti gli artisti emergenti del momento. Nel loro ultimo singolo, infatti, i Brugnano ci trasportano sulla scia di metafore e similitudini in uno stato d’animo dal quale ci siamo passati tutti, ovvero il vuoto che segue la delusione amorosa. Essendo quest’ultimo un sentimento condivisibile, chiunque non può che immedesimarsi nel protagonista delle “Notti insieme” mentre racconta del suo cuore arido come una spiaggia in inverno, oppure quando paragona il suo rapporto amoroso all’oscillare di un’altalena.

Alla componente emozionale aggiungiamoci anche una produzione contro cui non si ha nulla da ridire, che gli permette di rientrare sì nel pop, ma quello orecchiabile e non scontato. “Le notti insieme” l’immaginerei molto bene alla radio, come un pezzo che si ascolta magari mentre si percorre il lungomare al tramonto. Forse, mi sto lasciando prendere troppo dal romanticismo, eppure credo che la sensibilità dei Brugnano si mescoli bene con una sapiente ideazione musicale.

Insomma, il duo campano ha fatto risplendere il sole anche quando nei pomeriggi invernali i raggi non splendono più così forti.

By |2020-12-18T18:19:37+01:00Dicembre 2020|musica, recensioni|